Crea sito

Treviglio, cent’anni del Filodrammatici

Treviglio, cent’anni del Filodrammatici
Luglio 2005
( www.ecodibergamo.it )E.Roncalli

Cent’anni tra la gente di Treviglio, prima era Salone delle associazioni cattoliche, utilizzato durante le guerre come ospedale, poi sede di un’industria, e dal 1948 sala teatrale.

È il Teatro Filodrammatici, inaugurato il 15 luglio 1905.

E la «sua» gente, i trevigliesi, si ritroveranno ancora una volta nel grande salone completamente ristrutturato nel 1987 grazie all’intervento della Cassa Rurale.

Questa volta il protagonista sarà prorio il teatro, da un secolo sfondo delle commedie e delle tragedie della storia.

Nel corso della sua storia il Filodrammatici ha ricoperto ruoli diversi e molteplici: da sede di associazioni a ricovero per feriti di guerra a teatro, ma è proprio in veste di cinematografo che è stato consegnato alla città nel 1905.

Nelle cronache dell’epoca è, infatti, possibile trovare notizie sull’acquisto di una macchina per cinematografo, grazie all’interessamento di monsignor Antonio Pellenghi.

L’opera è stata poi realizzata dalla banca di credito cooperativo, che ha commissionato all’ingegner Carlo Badolini il progetto del «Palazzo delle associazioni cattoliche col teatro», struttura in stile Liberty con sale spaziose e comodità d’ogni tipo.

Allo stabile fu dato il nome di Casa di Sant’Agostino, per ricordare l’epoca storica del convento delle Agostiniane.

Durante la Prima guerra mondiale divenne ospedale militare, mentre dal 1940 al 1945 è stata sede dell’industria «Face» di Milano.

In quegli anni l’attività teatrale della città si teneva in gran parte nel Teatro sociale di piazza Garibaldi, fondato nel 1912 e abbattuto nel 1964 per far posto all’Upim.

Virginio Monzio Compagnoni ( Treviglio Amarcord )

http://virgi.altervista.org/2016/02/11/filodrammatici-interno/

http://virgi.altervista.org/2015/05/23/treviglio-dicembre-1955-filodrammatici/