Crea sito

Un museo per il basket e lo sport di Treviglio.

9 dicembre 2012 tratto da www.bergamo.corriere.it ( Pietro Tosca )
Il sogno di Mattioli, aprire un museo
della pallacanestro

 

Quarant’anni di ricordi dell’anima del basket locale. Pronto il libro sui suoi anni alla Nazionale Andai a vedere la Simmenthal per caso e fu un colpo di fulmine: avevo trovato il mio sport.

 

Una passione con momenti bellissimi e delusioni cocenti che ora è rinchiusa nella taverna di casa in decine e decine di scatoloni pieni di trofei, maglie, palloni, libri e migliaia di fotografie. Mattioli sfoglia un album. Le fotografie sono in bianco e nero e i giocatori hanno tutti le basette. «È l’inaugurazione del palazzetto Zanovello l’8 dicembre del 1975 – spiega-. Poter disporre di una struttura con mille posti al coperto ci permise di fare il salto di qualità. Io ero arrivato in città nel 1970 per aprire il mio negozio di ottica e continuavo a seguire la Simmenthal a Milano. Proprio là alcuni trevigliesi mi avevano riconosciuto e invitato a partecipare alla società dell’Orsa, l’Oratorio salesiano. Furono anni affascinanti, gettammo le basi del successo del basket in città. Con compagni di avventura insostituibili come Emy Pozzi e Giuseppe Rivoltella arrivammo al traguardo della serie B».